Non è semplice parlare del fenomeno Indie in fatto di cultura, ma risulta profondamente complesso parlarne nell’editoria e ancor di più nel mondo dei GDR. Non tanto perché questo mondo stia prendendo sempre più piede, quanto per il fatto di poter apparire “partigiani” anche verso prodotti di dubbia qualità.

Nel corso degli anni, in Italia, abbiamo visto molte case editrici indipendenti indie sorgere e che, grazie ad un lavoro egregio, hanno portato sui tavoli dei giocatori prodotti unici nel loro genere; come dimenticare la Janus-Design con “Non Cedere al Sonno”, “Polaris” o “Fiasco” o la Narrattiva con “Cani nella Vigna” e “Mondo dell’Apocalisse”, ma accanto a queste case più o meno famose molti altri autori Indie hanno preso il coraggio a due mani e hanno prodotto qualcosa senza il supporto di nessuno.

È questo il caso di Alessandro Girola e del suo progetto Plutonia Experiment.

Alessandro Girola: una storia indie

Ma cosa è Plutonia Experiment? È un Blog Quantico come ama definirsi, ed è una definizione che calza a pennello.

Ma cominciamo a parlare dell’autore. Alessandro Girola Nasce a Milano e da circa quindici anni calca le scene dell’editoria indipendente (indie) sia con pubblicazioni di narrativa che con giochi di ruolo autoprodotti. La sua carriera nel campo della narrativa verte dall’horror al weird, passando per la fantascienza e le ucronie, per concludere con qualche ebook fantasy.

È proprio grazie a questa volontà di scrivere narrativa che sono nati i suoi prodotti legati al gioco di ruolo. A volte, quando si conosce un autore, è difficile scegliere su cosa presentarlo e noi abbiamo scelto di farvelo conoscere tramite i suoi giochi di ruolo.

Quattro attualmente sono le pubblicazioni di Alessandro Girola nel mondo del gioco di ruolo indie, e sono tutte recuperabili direttamente sul sito dell’autore. Sono “Italia Doppleganger”, “Guida a Mondo Delta” (compendio per Italia Doppleganger che permette di giocare questo mondo distorto), “Il Sonno della Ragione” e l’ultima uscita, fresca di questo mese “Moths”.

Una sola ambientazione: le Terre Primarie

Una visione "semplificata" dell'Universo Narrativo Indie di Alessandro Girola.

Prima di presentare nello specifico ogni prodotto voglio dirvi che tutti questi giochi “condividono” il Multiverso narrativo che Alessandro è andato a creare.

Nato dalla sua penna di scrittore, il suo Multiverso racchiude tutte le sue creature in campo del gioco di ruolo. All’interno dei suoi libri, infatti, viene ampiamente spiegato come integrare ogni opera e poter giocare con ciascuno dei suoi manuali. Portali, passaggi dimensionali attraverso i piani elementali.

Ogni ambientazione fino ad ora da lui pubblicata riguarda quelle che vengono considerate Terre Primarie; queste Terre Primarie sono esattamente come il Pianeta Terra da noi vissuto che però a seguito di un qualche evento ha visto un cambiamento nell’evoluzione del mondo per come lo conosciamo.

Una nota sul sistema di gioco. Il sistema che i giochi di ruolo di Alessandro Girola usufruiscono è una delle revisioni di Mauro Longo di un sistema preesitente chiamato FF Essence (Fighting Fantasy Essence). Questo sistema è stato completamente rielaborato da Alessandro per potere venire incontro alle esigenze dei suoi manuali, dall’inserimento dei Punti Paura, Punti Umanità ecc. Vi alleghiamo il link all’articolo scritto dal buon Mauro per tutte le informazioni del caso.

E ora lanciamoci senza indugio nell’esaminare questi quattro prodotti

Italia Doppleganger

Presso un paesino italiano ormai abbandonato è presente un passaggio dimensionale che dai tempi antichi permette l’accesso a realtà diverse da questa Terra Primaria dove si ambienta questo libro. I servizi segreti italiani, come quelli degli altri paesi del mondo, controllano costantemente questi varchi per evitare che troppo dei mondi si unisca.

Potrebbe essere benissimo la sinossi di questo manuale, ma in realtà c’è molto di più da dire. Italia Doppleganger è un gioco di ruolo di investigazione dalle tinte fosche dove il mondo “reale” si interseca a mondi occulti, “inframondi” e altri piani di esistenza.

Il manuale di gioco, oltre che includere tutta l’ambientazione, contiene anche le regole per iniziare a giocare in questo mondo, dalle classi di personaggio da interpretare, alle fiere da affrontare, alle realtà da visitare.

Nelle ultime pagine del manuale potrete trovare i consigli di lettura. Come già detto precedentemente tutto il materiale edito da Alessandro è sempre coadiuvato da racconti o libri che nascono nel mondo appena descritto.

Guida a Mondo Delta

Cosa sarebbe successo se quello che poeti, sognatori, scienziati e scrittori descrivono nei loro racconti altro non fosse che la realtà? Una realtà certamente diversa dalla nostra, ma pur sempre una realtà? Se l’Inferno di Dante oppure Oz esistessero sul serio? E se coloro che svaniscono ogni anno altro non fossero che risucchiati da mondi paralleli attraverso invisibili zone-finestra?

A molti potrebbe ricordare “Gente che Scompare”, un vecchio numero di Dylan Dog, ma se vi trovate su Mondo Delta non avrete molto di cui essere felici. Quella che era una Terra Primaria si è fusa con la dimensione natale degli Dei Viventi, e da questa unione è nato Mondo Delta.

Pensate ad un luogo come il “Giardino delle Delizie” di Hieronymus Bosch e vi potrete solo lontanamente immaginare questo luogo, verso il quale furono lanciate spedizioni di esplorazione che sono miseramente fallite.

Non vi resta che lanciarvi in questo “Paese dei Balocchi” (ebbene sì, anche Collodi lo ha visitato) e sperare di non perdere la propria vita o al peggio, la propria mente.

Il Sonno della Ragione

Siamo in piena Guerra Fredda e i mostri e gli scienziati pazzi dei film horror e pulp esistono sul serio. E non solo, alcuni di loro lavorano per uno dei due blocchi che si fronteggiano, sia militarmente che nel mondo dello spionaggio.

Avete sempre sognato di interpretare l’Uomo Invisibile, il dottor Fu Manchu, Dracula o il Lupo Mannaro? Questo è il manuale che fa per voi. Con una meccanica unica come l’Umanità, risorsa utilizzabile per utilizzare i propri poteri, i giocatori saranno sempre sul filo del cadere in preda alla propria reale natura.

Ma oltre allo spionaggio contro cosa potrebbero confrontarsi questi Portenti? Contro la paura del diverso, tema più che attuale nel nostro mondo attuale. Contro invasioni aliene, avete presente “la Guerra dei Mondi” e “l’Invasione degli Ultracorpi” no? Saranno proprio i nostri eroi… volevo dire mostri a salvare la razza umana? E loro verranno accettati?

Il Sonno della Ragione è forse il prodotto a cui mi sento più affine essendo un fan di tutta la “weird science” dei film della Hammer (casa cinematografica nata nel 1949) e della pletora di mostri a cui hanno dato vita.

Moths

Questo manuale di gioco nasce, esattamente come per Italia Doppleganger, dai racconti Tomato Moth e Wax Moth di questo autore.

Il tema centrale della Terra Primaria e del Multiverso è presente anche in questo prodotto, ma a differenza dei precedenti, sembra che Terra Moths non sia così accessibile nel “Gioco di Specchi” che caratterizza. Questo Mondo Occulto basa la sua esistenza nel Grande Equilibrio: questo concetto è avulso dal bene e dal male e le entità che vivono in questa realtà cercano di far pendere da una parte o dall’altra le braccia di questa bilancia cosmica. Questo, nel passato del mondo, ha causato devastazioni più o meno gravi nel corso dei secoli.

L’altro concetto interessante, almeno a mio parere, sono e “Incarnazioni Minori” e i “Liberi Maghi”. Queste due classi giocabili, dalla descrizione nel manuale, hanno una profondità unica e si sposano perfettamente con questo manuale dalle profonde tinte Urban Fantasy.

Tiriamo le conclusioni: un indie veloce e immersivo

Pronti a tuffarvi nel Multiverso Indie di questo autore?

I prodotti di Alessandro nella loro semplicità ed immediatezza permettono una creazione rapida dei personaggi e una ancora più rapida “scesa in campo” per giocare. La rapidità con cui si può riuscire padroneggiare il sistema di gioco e la sua ampiezza considerando le opere parte di un unico universo, renderà l’esperienza ancora più immersiva.

Oltre ai manuali ricordate anche che potete pescare a piene mani dalla sua narrativa associata a quei prodotti per rendere ancora più particolareggiata e gratificante l’esperienza narrativa su questi prodotti Indie.

Come ultimo consiglio, auspico che possiate fare un salto sulla pagina del suo blog e che possiate dare un’occasione a dei prodotti fuori dagli schemi a cui siamo abituati.

Pin It on Pinterest

Share This