Di cosa parla il gioco di ruolo World Wide Wrestling? Ma di wrestling, ovviamente! Ecco cosa sappiamo sul kickstarter della seconda edizione di questo PBTA.

Tra meno di un mese termina il kickstarter della seconda edizione di World Wide Wrestling. Ne approfitto per parlare un po’ di questo bellissimo gioco. E per convincervi a fare il vostro pledge.

Non mi pagano per pubblicizzarlo, e hanno già raggiunto la soglia richiesta: è solo che mi piace un sacco il gioco e tutti dovrebbero giocarlo.

Vediamo dunque di cosa si tratta.

I libretti di World Wide Wrestling, molto vari nella rappresentazione di etnie, genere, ecc.
I libretti di World Wide Wrestling, molto vari nella rappresentazione di etnie, genere, ecc.

Un PBTA sul wrestling, perché?

Perché no, piuttosto! Onestamente, escono PBTA su qualsiasi cosa: dai conigli agli indagatori dell’incubo, fino alle telenovela spagnole, perché non uno sul wrestling?

D’altronde, come scritto in uno dei saggi all’interno del manuale (sì, World Wide Wrestling contiene dei saggi!), il wrestling è già di per sé un colossale gioco di ruolo. Infatti, nel wrestling persone salgono su un ring interpretando un personaggio e danno vita ad un finto combattimento all’interno del quale viene narrata una storia. I/Le wrestler improvvisano, cercando di arrivare ad una conclusione predeterminata. Nel frattempo, però, si attengono a una serie di convenzioni e regole per raggiungere il risultato. Suona qualche campanella? Infine, nel wrestling come nel gioco di ruolo (con grande cruccio dei nostri parenti) non conta vincere o perdere, ma creare una buona storia.

I libretti, la promozione e il Creative di World Wide Wrestling

Ma andiamo per gradi, innanzitutto World Wide Wrestling è un powerd by the apocalypse: quindi mosse, libretti, 2d6. Niente di nuovo su questo fronte per i nostri lettori.

I giocatori sceglieranno i propri personaggi tra una quindicina di libretti chiamati gimmick. Ogni gimmick corrisponde ad una tipologia di wrestler interpretabile. Una monster gimmick, come Undertaker o Kane, sarà grossa e intimidatoria, mentre un technician (es: Bret Har o Daniel Bryant) avrà un arsenale di mosse sul ring e una presenza scenica ben differente.

I wrestler di World Wide Wrestling faranno parte di una promozione inventata dai giocatori al tavolo. Può essere ricca sfondata e roboante come la WWE e la NJPW, oppure un circuito indie casereccio che organizza i suoi eventi tra bocciofile e parrocchie. La promozione sarà composta dai lottatori dei personaggi e alcuni NPC, più tutto il personale di supporto immaginario necessario.

Il Creative (il/la master) avrà invece un triplice compito. In primo luogo, interpreterà di volta in volta il team creativo che scrive i match (il cosiddetto booking) nella sua qualità appunto di Creative. Poi dovrà portare in vita tutti gli NPC, ossia altri wrestler, familiari, lavoratori della promozione.

Infine, il Creative rappresenterà l’Audience. L’Audience è il pubblico immaginario che assiste ai match introdotti dai giocatori, le persone di cui si deve guadagnare l’ovazione o che si insulterà e farà adirare, ma mai lasciare indifferenti. Come in tutti i PBTA, il master non lancia dadi, ma utilizza mosse di tipo narrativo per far accadere cose e creare situazioni in cui i personaggi dovranno destreggiarsi lanciando loro i dadi e creando una cascata di conseguenze.

L’incontro tra wrestler in World Wide Wrestling

World Wide Wrestling è un BPTA che riesce a ricreare molto bene la sensazione di star vedendo un match di wrestling. Il feeling viene creato non solo dal colore e dai libretti dei personaggi, ma da tutta una serie di meccaniche ad hoc.

Heat: una questione di alchimia tra personaggi

La prima di queste meccaniche è lo heat. In fase di creazione dei personaggi, ognuno risponderà alle domande poste dai vari libretti, creando backstory tra i pg (“chi ti ha infortunato?” “a chi devi tutto?” “chi è il compagno di squadra che hai tradito?”). Altre mosse potranno far scendere o salire l’heat. Per esempio, i wrestler che tra di loro avranno un alto valore di heat avranno una buona alchimia sul ring, e questo attirerà l’interesse dei fan che vorranno vederli prendersi a mazzate e, quindi, il creative li metterà più prossimi al main event.

Al di là di come i loro match finiscano, vittoria o sconfitta contano poco nel wrestling: se i personaggi avranno entusiasmato l’audience con una bella faida ne saranno premiati.

Audience: quanto si scalda il pubblico?

Altra meccanica è appunto l’audience. Compiere azioni spettacolari, rapportarsi con il pubblico e chiudere un match positivamente permettono di far salire il proprio punteggio di audience. Arrivare al valore massimo di audience farà guadagnare avanzamenti, e il più popolare (momentaneamente) della promozione potrà avanzare le proprie pretese verso al direzione creativa. A esempio, un wrestler potrà chiedere un particolare avversario o una stipulazione speciale. Attenzione però: c’è un solo posto in cima alla piramide perché un solo giocatore può avere il massimo punteggio di audience. Tutti quelli sotto saranno pronti a scalzarvi via agendo dentro e fuori dal ring.

La lotta per l’audience riflette molto le lotte intestine e le politiche tra wrestler, tenendo conto che arrivare ad un punteggio negativo di audience fa rischiare il licenziamento al vostro personaggio (l’unico modo per perdere il personaggio oltre agli infortuni). Insomma, se il pubblico non è interessato a voi, non vi terranno nel roster.

Un match fino alla sua finisher

Infine c’è la meccanica attraverso cui sono gestiti i singoli match. Uno dei giocatori (o il giocatore se è contro un NPC) inizia narrando lo scontro (prese, scambi di colpi, armbar e irish whip) fino a che non arriva il momento di fare una mossa seria, una di quelle che attirano l’attenzione del pubblico. Tirate i dadi a seconda dello stile che utilizzate e vedete come va: potrete mantenere il controllo della narrazione del match o cederlo al vostro avversario.

La narrazione va avanti quanto serve, nel mentre ci saranno ulteriori mosse da utilizzare, ma ad un certo punto il creative avrà deciso che il match è stato interessante a sufficienza e ne annuncia la chiusura. Il wrestler che è indicato come vincitore potrà fare la sua finisher e guadagnarsi il favore dell’audience. La finisher è una Mossa ad alto impatto visivo che solitamente garantisce uno schienamento dell’avversario e conseguente vittoria. Spesso sono altamente spettacolari e ritualizzate.

Il ruolo dei giocatori non coinvolti nel match: commentatori e momentum

In tutto questo cosa fanno gli altri giocatori al tavolo? Guarderanno il telefono? Prenderanno appunti? Scarabocchieranno disegni sconci ai lati della scheda? Col cavolo!

Ai giocatori sarà offerto il ruolo del commentatore, che dovrà offrire colore e vitalità all’incontro e avrà anche la possibilità di effettuare un put over su un wrestler. Il put over è un escamotage per rendere figo agli occhi del pubblico uno specifico lottatore, esaltandone la qualità o l’esibizione. Questo si tradurrà in un beneficio meccanico, fornendo al giocatore in questione un ammontare di momentum: una risorsa da spendere per modificare i tiri dei dadi o direttamente l’esito dei match.

Copertina della prima edizione di World Wide Wrestling
Copertina della prima edizione di World Wide Wrestling

World Wide Wrestling Seconda Edizione: differenze e miglioramenti

Nella seconda edizione l’autore, Nathan D. Paoletta, ha raccolto i feedback di cinque anni di gioco per offrire un prodotto migliorato sotto molti aspetti.

Innanzitutto, saranno aggiunte alcune mosse per gestire meglio ciò che potete fare dentro e fuori dal ring. D’altronde, interpretate delle persone che interpretano a loro volta una parte! Alcune di queste mosse riguardano anche la vita privata e personale del wrestler, e non solo la lotta dietro le quinte per la popolarità.

Inoltre, ci sarà una espansione delle gimmick disponibili con generale revisione delle mosse per renderle più calzanti. Il tutto sarà reso più gestibile da un sistema di carte con appuntate le mosse. Rispetto ai cinque fogli di player aid della prima edizione, questo dovrebbe essere più immediato.

In terzo luogo, ci sarà la riscrittura di alcune meccaniche, come il momentum e altre caratteristiche per garantire un maggiore bilanciamento. Infatti, nella vecchia edizione gli heel potevano vincere un match spendendo momentum, ai face non era stato dato nulla per pareggiare la cosa a livello di controllo narrativo. Per chi non masticasse il gergo del wrestling, Heel e Face sono i cattivi e i buoni del wrestling. Normalmente, un face deve difendere la propria cintura da uno scorretto heel che arriverà a tutto pur di vincere, persino appendere vostra nonna da una gru!

Infine, ci saranno altri saggi, perché sì. Questo è un gioco di ruolo con i saggi nella migliore tradizione indie! La prima edizione aveva già al suo interno 6 saggi molto interessanti che analizzavano i punti d’incontro tra wrestling e gdr o come il pro-wrestling s’intersechi con il mito americano.

Le carte delle mosse di World Wide Wrestling
Le carte delle mosse di World Wide Wrestling

Due parole conclusive su World Wide Wrestling

World Wide Wrestling è un gioco scanzonato, ma che può avere improvvisi risvolti seri quando le storie si fanno personali. Permette di raccontare rivalità, amicizie dentro e fuori dal ring, lotte per il potere o la fama, cadute e redenzioni, tragedie personali. Tutto nel classico e roboante stile del wrestling. Il gioco ha un ritmo serrato, come ogni PBTA, ed è estremamente immersivo.

La mia esperienza personale è che il gioco si presta bene anche per delle one shot (e ora hanno aggiunto delle meccaniche che migliorano il gioco su più sessioni). Non sono riuscito a convincere nessuno dei miei gruppi di gioco ad adottarlo per una campagna lunga, purtroppo.

L’ho giocato con neofiti che sapevano nulla di wrestling e persone che non erano andate oltre all’epoca di Smackdown e di Ciccio Valenti che urlava a caso “Rey Misteryo!Sicsuannain!”, e si sono divertiti parecchio anche senza conoscenze pregresse in materia. Il manuale tuttavia fornisce ampie spiegazioni su come funziona questo mondo: sono illustrate tutte le mosse principali (da cui ispirarsi per la finisher) e il gergo specifico di questo fantastico mondo.

Se volete salire sul pullman di questi omaccioni muscolosi e unti di lozione per bambini fate il vostro pledge e potreste persino accaparrarvi una cintura!

Pin It on Pinterest

Share This