Per supportare la loro campagna Kickstarter, lo staff dietro alla realizzazione di Vulcania ha rilasciato un corposo Quickstarter che permette in pochi minuti di lanciarsi nell’azione. Il finanziamento del gioco è a buon punto ma la strada da fare per sbloccare tutto il fantastico mondo di gioco, gli incredibili add-on e le mirabolanti idee è ancora lunga. Vediamo di analizzarne i punti salienti e osservare i punti di forza del sistema d12 come abbiamo fatto per altri gdr.

L’ambientazione di Vulcania

Il mondo fantastico di Vulcania è diviso in isonazioni, entità nazionali i cui confini corrispondono ovviamente con quelli naturali del loro arcipelago. Il livello tecnologico è paragonabile a quello della rivoluzione industriale, tipico delle ambientazioni steampunk, con alcuni elementi che richiamano la tradizione del fantasy classico. Per questo motivo avremo aeronavi, dirigibili e treni a vapore uniti all’alchimia e alle più comuni spade e asce. Ogni isonazione è costruita per dare ai giocatori un flavour diverso al gioco, spaziando dal western al misterioso oriente.

Per quanto riguarda l’anno di gioco, è passata oltre una decade dall’ultimo conflitto mondiale che ha devastato il mondo irreparabilmente. Nel decennio che ha seguito l’armistizio sono nati nuovi equilibri grazie a sindacati criminali, corporazioni, nuovi governi e personaggi senza scrupoli.

Gli eroi (o forse non proprio) di Vulcania

I giocatori interpreteranno personaggi che hanno fatto del loro meglio per sopravvivere in un mondo distrutto da una guerra quinquennale. Non sono necessariamente eroi ma anche banditi, criminali, filibustieri, contrabbandieri, soldati e mercenari senza scrupoli.

Ogni Personaggio è caratterizzato da quattro Attributi, ognuno dei quali è collegato a sua volta a quattro Capacità. Al livello della spiegazione, gli Attributi rappresentano la parte innata del personaggio, mentre le Capacità sono gli ambiti in cui tali attributi sono stati sviluppati dal personaggio durante la sua vita. Nel Quickstarter sono spiegati nel dettaglio tutti gli Attributi e tutte le Capacità, cosa che permette al giocatore di immergersi completamente nelle schede personaggio spiegate nelle pagine seguenti.

Le regole di Vulcania

La prima e più notevole caratteristica del gioco è che il Master non debba mai prendere un dado in mano. Tutti i tiri saranno onere dei giocatori, cosa che permette al narratore di gestire il flusso della narrazione, adattandolo di conseguenza ai personaggi e ai loro successi e fallimenti.

Il tiro standard per superare un test è ottenuto dalla combinazione d12 + Attributo + Caratteristica. La scheda del personaggio mette in evidenza la somma degli ultimi due, così da dover fare una sola e semplice addizione tra due numeri. A questo punto bisogna comparare il risultato con la difficoltà del tiro imposta dal Master. Il tiro di difficoltà media è 10. Nel combattimento il ragionamento non cambi, salvo che il valore ottenuto andrà confrontato con il punteggio di eludere o schivare che il Master avrà dato al nemico di turno. Tutti gli scontri andranno essenzialmente effettuati contro valori fissi e soltanto il tiro dei giocatori ne determinerà il fato.

L’aspetto grafico della scheda di Vulcania

Una delle cose che più ho apprezzato delle schede di Vulcania è il loro design. Pensate per essere piegate a triangolo, le schede consentono al Master e agli altri giocatori di avere a disposizione le informazioni essenziali sul personaggio, mentre il player avrà dal suo lato le abilità e tutte le informazioni utili per il combattimento.

Il lato visibile a Master e altri giocatori
Il lato visibile al giocatore
Il lato dell’equipaggiamento e delle Arti, facilmente guardabile cambiando lato della scheda

In attesa di poter giocare questo fantastico titolo, vi invitiamo a seguire la pagina ufficiale del gioco.

Pin It on Pinterest

Share This