Tails of Equestria è il gioco di ruolo basato sul franchise di My Little Pony, scritto da Alessio Cavatore, Dylan Owen e Jack Caesar. Need Games, che ha fatto della varietà dei suoi prodotti un punto di forza, pubblicherà questo manuale il 5 Aprile di quest’anno. In occasione del Modena Play, sarà possibile giocare e acquistare questa perla da 152 pagine a poco più di trenta euro. Chi scrive questa recensione non ha mai visto altro che la pubblicità di My Little Pony, dunque prendete ciò che leggerete cum grano salis.

Ambientazione Tails of Equestria

Come suggerisce il nome del gioco, l’ambientazione è Equestria, dove si muovono pony terrestri, unicorni e pegasi. Lo scopo delle avventure in questo mondo è risolvere problemi e far trionfare l’amicizia. Equestria è il luogo dove il villain di turno si può forse convincere con il confronto e il dialogo, più che con la forza.

L’accessibilità di Tails of Equestria

Essendo un prodotto pensato e progettato per i bambini e per gli appassionati dello show, è stupefacente il modo in cui si sia riuscito a racchiudere la complessità del gioco di ruolo utilizzando poche e semplici parole. Non essendoci calcoli o conoscenze particolarmente elevate da avere, volendo, il party potrebbe essere composto di bambini di 7 o 8 anni (GM compreso). Il valore educativo di un’esperienza di questo tipo può essere davvero determinante per la crescita positiva di un bambino. Il gioco punta tantissimo sul gruppo, sul dialogo come forma di risoluzione del conflitto e sulla collaborazione. Inutile dire che, certi giocatori più esperti, potrebbero trarre giovamento da un gioco che non punta sul creare il pg più forte degli altri.

Vista l’elevata quantità di dadi da utilizzare (uno per ogni tipo da d4 a d20), il gioco permette, tramite l’ausilio di tabelle, di sopperire alla mancanza degli stessi. Nonostante per un bambino non sia la stessa cosa, aumenta l’accessibilità anche a coloro che non hanno tutti i tipi di dadi.

La creazione del Pony

In Tails of Equestria troviamo un primato del personaggio sulle statistiche. Il giocatore dovrà prima pensare a che tipo di pony voglia creare. Solo successivamente, dopo aver risposto alle domande, trarrà automaticamente le statistiche. In questo caso, maggiore una caratteristica del personaggio, più alto il valore del dado tirabile. A questo si aggiungono tratti e abilità, anche queste scelte in base al tipo di pony che si vuol giocare.

Il sistema di Tails of Equestria

Il sistema di gioco è tanto semplice quanto funzionale. Richiama un poco alla mente Savage Worlds, spogliato di tutte le meccaniche complesse. Ad ogni caratteristica del personaggio corrisponde un dado che può andare dal d4 a salire. Per superare le prove, si tira il dado di quella caratteristica e si confronta con la difficoltà del master. I Benny sono sostituiti dall’interessante meccanica dell’Amicizia che permette di fare molto di più. Grazie al potere dell’Amicizia, un pony può aiutare un compagno, ritirare la prova con un d20 o addirittura ottenere un successo automatico. Lo scontro, benché molto sconsigliato, si basa sul semplice lancio contrapposto.

Perché iniziare i bambini al gioco di ruolo con Tails of Equestria?

Mettendo un attimo da parte il discorso ambientazione, che può piacere o non piacere, ritengo molto importante fermarsi a pensare a che tipo di gioco sia Tails of Equestria. I giocatori non vengono spinti ad attaccare e distruggere qualsiasi cosa capiti loro a tiro. Non sono incentivati ad essere avidi o grandi giustizieri. Al contrario, il gioco spinge i personaggi a collaborare, divertirsi insieme e ad essere amici. L’avversario non viene sconfitto ma aiutato a capire dove stia sbagliando. Perché tutto questo è importante? Perché introduce al gioco di ruolo con un’esperienza molto diversa dal dungeon crawling. Perché il personaggio non viene visto come un manichino in grado di lanciare palle di fuoco e impugnare una spada a due mani. Il personaggio viene definito in base a cosa gli piace, al suo carattere, ai suoi difetti e ai suoi tratti. C’è un primato della narrazione sulle statistiche.

Potete acquistare Tails of Equestria, il gioco di Narrazione, sul sito di Need Games o al loro stand al Modena Play.

Pin It on Pinterest

Share This