Di cosa parlerà The Last Smile in Sunder City, l’urban fantasy a tinte noir scritto dal famoso attore di Black Sails, Luke Arnold?

Dagli attori ci si aspettano molte cose, anche che pubblichino i loro libri autobiografici. Ma quello che proprio non ci si aspetta è che si diano alla letteratura fantasy.

Luke Arnold ai Golden Globe 2017

Per i fan di Black Sails, la serie televisiva deata come preludio al romanzo L’isola del tesoro di Robert Louis Stevenson e in cui si raccontano l’ascesa e la caduta della repubblica piratesca di Nassau, Luke Arnold è l’attore che ha indossato i panni di Long John Silver. Ma forse alcuni di voi, appassionati di serie tv australiane, conosceranno questo artista per aver interpretato la rockstar Michael Huchence in INXS: Never Tear Us Apart nel 2014, oppure per la sua performance nella seconda stagione di Glitch, telefilm incentrato sul sovrannaturale.

A quanto pare, da quel che racconta il The Daily Dot, ora Luke Arnold si è dato anche alla scrittura, fino a ricevere un’offerta di pubblicazione dalla casa editrice americana Orbit Books. Un ente per niente secondario, visto che aveva originariamente portato in libreria le opere di Trudi Canavan – avrete sicuramente visto in libreria La corporazione dei maghi, La scuola dei maghi e Il segreto dei maghi – e quelle di Michael J. Sullivan, Ladri di spade e Sorge un impero.

Il romanzo di debutto di Arnold sarà The Last Smile in Sunder City, un urban fantasy ambientato in un mondo che deve fare i conti con la scomparsa della magia a causa di una guerra tra umani e creature sovrannaturali. Una guerra in cui il protagonista, il detective privato Fetch Phillips, ha avuto un ruolo così significativo da riempirlo ancora di rimorsi.

Arnold ci anticipa che The Last Smile in Sunder City parlerà di Fetch, impegnato a cercare bambini smarriti, combattere criminali e prendersi mazzate in testa di continuo. Divertimento a parte, pare che i problemi del protagonista siano solo all’inizio, poiché dovrà cercare di andare avanti e trovare il lato positivo delle cose in un mondo che lui stesso ha contribuito a rovinare.

Ho fatto scorrazzare Fetch per le strade di Sunder City da ormai qualche anno e non vedo l’ora di coinvolgere nuove persone in questa avventura. The Last Smile unisce il mio amore per il fantasy e per i film noir alla mia personale conoscenza del wiskey economico e degli errori stupidi. Sono stato un pirata, una rock star, un cowboy e un poliziotto, ma ho sempre voluto essere uno scrittore.

Per il momento, la Orbit detiene i diritti per i primi due libri della serie, ma probabilmente in futuro ne vedremo di ulteriori.

Luke Arnold nei panni di Long John Silver, in Black Sails

Nonostante io non sia una grande fan degli urban fantasy, un po’ mi intriga scoprire se Luke Arnold sia capace nella scrittura tanto quanto lo è nella recitazione. Tuttavia, anche l’idea in sé di una detective story noir in salsa urban fantasy sembra interessante. Forse vale la pena di tenere gli occhi aperti, per questo The Last Smile in Sunder City.

Secondo voi, invece, questo libro sarà degno di nota, oppure si rivelerà una delusione? Lo comprerete in quanto lettori fantasy, o come fan di Black Sails? 

Foto in copertina di Jillian McHugh

Pin It on Pinterest

Share This