Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

Introduzione a Dune: Arrakis

Arrakis è il cuore della narrazione di Dune, importante quanto il suo prodotto più prezioso: la spezia. Chi domina Arrakis deve difenderlo e deve convicerci, un’impresa spesso non facile e spesso mortale. Con l’imminente uscita del film di Dune, perché non cogliere l’occasione per parlarne? I lavori di Frank Herbert hanno ispirato altri grandi franchise, uno fra tutti Star Wars, e la loro modernità anche a distanza di tempo li rende ancora oggi degni di nota. Le parti ricche di spoiler per chi non conoscesse la saga saranno segnate come tali e assolutamente evitabili.

Arrakis

Il pianeta Arrakis del sistema Canopo, conosciuto anche come “Dune” e più avanti Rakis, è un pianeta desertico al centro delle vicende politiche della saga scritta da Frank Herbert. Si tratta di un pianeta senza particolare attrattiva, che l’universo e l’Impero lascerebbero in pace volentieri, dimenticandosene, se non fosse l’unico luogo dal quale viene estratta la spezia. La preziosa droga dall’odore di cannella è più che sufficiente a rendere un pianeta detestabile il centro delle attenzioni di tutte le grandi casate del Landsraad.

Il deserto e le tempeste di sabbia

Il pianeta Arrakis è per la maggior parte coperto dall’immenso deserto che lo compone e dalle sue dune, da cui deriva il suo soprannome, ma vi sono anche catene montuose e mastodontiche caverne in grado di ospitare intere popolazioni. Non vi è pioggia o precipitazioni di alcun tipo e poche sono le forme di vita in grado di abitare il deserto, esclusi ovviamente i Vermi della Sabbia che lo dominano con la loro gargantuesca stazza.
La temperatura di Arrakis si aggira sui settanta gradi durante il giorno, cosa che rende gli spostamenti difficili e pericolosi per chiunque voglia attraversare il deserto, ma raggiunge temperature più miti durante la notte. 
Un comune fenomeno di Arrakis sono le tempeste di sabbia, ritenute mortali a causa della velocità media di 500 km/h raggiunta dalla sabbia, in grado di strappare carne e organi da una persona colta malauguratamente all’interno della tempesta.

1 Dune - The Battle for Arrakis HD Wallpapers | Background Images -  Wallpaper Abyss

Flora e Fauna

Oltre ai famigerati Vermi della Sabbia, Arrakis è dimora di alcune specie di flora e fauna che, i protagonisti dei libri ci rivelano, ormai si possono trovare solo su Dune. Tra questi citiamo naturalmente il falco del deserto e il topo canguro, chiamato tra la popolazione indigena dei Fremen “Muad’Dib”.

Colonizzazione

Prima dell’istituzione della Gilda Spaziale, un gruppo di viandanti Zensunni in fuga dal pianeta Poritrin atterrò su Arrakis, dando il via al principio di civiltà che si sarebbe poi evoluta nell’immensa comunità Fremen. Le antiche popolazioni di Arrakis vennero poi raggiunte dalla Missionaria Protectiva del Bene Gesserit, che attraverso l’uso di falsi miti e credenze (definiti ingegneria religiosa) si assicurò di poter influenzare la popolazione nei millenni a venire.

Città e luoghi abitati

Vista la pericolosità del pianeta, non sorprenderà sapere che i luoghi abitati non siano molti e siano divisibili principalmente in due macro categorie.

Città

Una delle principali città presentate su Arrakis è l’antico insediamento di Arrakeen, più piccolo e facilmente difendibile della grande Carthag. Arrakeen è stata un tempo casa della mano destra dell’imperatore, il Conte Fenring, e di sua moglie Margot. Il Duca Leto Atreides deciderà di spostare la capitale proprio ad Arrakeen per via della sua dimensione contenuta.
La casata Harkonnen aveva però fatto costruire un’altra città chiamata Carthag, costruita frettolosamente, senza eleganza e con materiali di scarsa fattura che permettessero solo uno sfoggio di potenza e poco altro. Per realizzare Carthag, molto probabilmente, gli Harkonnen sfruttarono fin da subito la popolazione locale, divenendo famosi per il loro pugno di ferro e la loro brutalità.

Sietch

I Sietch sono dei villaggi costruiti all’interno di grotte situate presso montagne o altre strutture rocciose in grado di riparare dalla violenza del sole di Dune. Spesso di origine naturale o scavate dall’uomo, i Sietch devono essere in grado di ospitare un’intera tribù Fremen e tutte le attività collegate a una società autarchica e minimalista.

ArtStation - Fields of Arrakis, Sebastian Prenner

Spoiler: La trasformazione in Rakis

Spoiler
Il processo di terraformazione di Arrakis, cominciato in maniera massiccia da Paul Atreides e terminato millenni dopo da suo figlio, Leto II Atreides, riporterà il pianeta al suo stato “naturale” pre ciclo del Verme della Sabbia. Rakis, al contrario del se stesso passato, sarà ricco di foreste, flora, fauna e fiumi. Purtroppo alla morte di Leto II, in un paio di secoli, le Trote delle Sabbie riporteranno il pianeta al suo stato desertico.

Curiosità sul nostro mondo

La stella Mu Draconis, che appartiene alla costellazione del Dragone, è anche conosciuta come Arrakis.

Iscriviti alla newsletter dei cercatori

Per non perderti mai i nostri articoli, gli episodi dei podcast, e le live su twitch