Dopo il successo della prima edizione, arriva il Genderplay II Edizione! Questa volta abbiamo invitato ospiti di spicco a parlare della sicurezza emotiva nei giochi di ruolo.

Sono passati molti mesi da quando, a novembre 2018, si è tenuto il primo Genderplay!

AICS Bologna, in collaborazione con i Cercatori di Atlantide, Morgengabe, Donne, Dadi e Dati e La Gilda, ha organizzato quella prima serata, riunendo circa 60 persone appassionate di giochi di ruolo. Dopo una conferenza/tavola rotonda in cui si è parlato della discriminazione e dei ruoli di genere al tavolo da gioco, la serata è continuata con un aperitivo e con, ovviamente, il gioco di ruolo! Sono stati provati diversi GdR focalizzati sui ruoli di genere, come Sagas of the Icelanders, Kagematsu, Big Gay Orcs, Bluebeard’s Bride e Cuori di Mostro.

Visto il successo della scorsa edizione e visto che tantissime persone ci hanno chiesto di replicare l’esperienza, il Genderplay ritornerà nel Pride Month, con una seconda edizione!

Vediamo chi saranno gli ospiti e che giochi di ruolo saranno proposti!

Genderplay II Edizione: di cosa parleremo?

Per questa seconda edizione del Genderplay, si parlerà della sicurezza emotiva nel gioco di ruolo.

Non un secondo troppo presto rispetto alla famigerata discussione nata dalla scelta di un master di inserire uno stupro di gruppo dei pg, durante una fiera e senza dire nulla ai giocatori! In questo Genderplay II Edizione, parleremo di tutte le tecniche utili ad assicurare che tutte le persone al tavolo possano giocare senza timore di ritrovarsi in situazioni spiacevoli.

Prenderemo in esame tanto la X-card (consigliata anche su Vampiri da Jason Carl), quanto la Sessione 0 e parleremo di fenomeni come il Bleed. Inoltre, porteremo all’attenzione del pubblico anche tutta una serie di giochi di ruolo e di LARP pensati non come passatempo divertente, ma come vere e proprie terapie per affrontare esperienze traumatiche.

Sarà importantissimo confrontare l’esperienza dei relatori con quella del pubblico, quindi partecipate numeros*!

Tutti i relatori del Genderplay II Edizione!

Per il Genderplay II Edizione, avremo sia alcuni ospiti del primo Genderplay, sia facce completamente nuove!

Vecchi amici e amiche che ritornano: Pietro Guermandi e Claudi Pandolfi!

Dalla vecchia guardia, avremo Pietro Guermandi de La Gilda. Attivista LGBT di lunga data, Pietro è uno dei membri fondatori de La Gilda, il laboratorio ludico nato all’interno dell’associazione Cassero LGBTI Center.

Tornerà anche Claudia Pandolfi, co-fondatrice (insieme a Giulia Cursi!) gruppo di ricerca Donne, Dadi e Dati. Recentemente, Claudia si è occupata insieme a me, Francesco Giovinazzi, Aurelio Castro e Roberto Lazzaroni di uno studio sulla discriminazione nel mondo italiano del gioco di ruolo, i cui dati possono essere letti qui!

Le nuove leve: Giulia Cursi, Francesco Rugerfred Sedda ed Helios Pu!

Sono sempre membri di Donne, Dadi e Dati anche due dei nuovi relatori: Giulia Cursi e Francesco Rugerfred Sedda.

Giulia è una giocatrice di giochi di ruolo da tavolo e dal vivo e si occupa della divulgazione di GdR non tradizionali grazie al progetto Giù lo Schermo. Inoltre, Giulia ha fondato il gruppo Sisterhood of Evil, spazio sicuro (abbiamo approfondito qui la questione dei safe space!) dedicato alle persone che giocano di ruolo e che si riconosco nel genere femminile o non binario.

Rugerfred, invece, è un game designer e un game consultant, occupandosi tanto di GdR da tavolo, quanto di giochi di ruolo dal vivo, di videogiochi realtà virtuali, giochi urbani e di esperimenti ibridi. Giudice del Game Chef e della 200 Word RPG Challenge, Rugerfred si occupa attivamente di divulgazione del gioco di ruolo in tutte le sue forme, comprese quelle non volte al divertimento.

Sempre fra i nuovi relatori vedremo anche Helios Pu, che chi ha giocato a Be-Movie conoscerà già bene. Helios, infatti, è il fondatore di Helios Games, un collettivo che raccoglie autori, giocatori e illustratori, con il quale sviluppa giochi di ruolo e da tavolo e fa consulenza a giovani autori.

Infine, a moderare tutta la baracca ci sarò sempre io, Gloria Comandini dei Cercatori di Atlantide.

Bluebeard's Bride: dal primo Genderplay con furore!
Bluebeard’s Bride: dal primo Genderplay con furore!

I giochi che proveremo al Genderplay II Edizione!

Anche nel Genderplay II Edizione, avremo diversi giochi tematici che verranno fatti provare dopo il seminario. Alcuni di questi giochi sono già stati portati al primo Genderplay e tutti, in qualche modo, tirano in ballo la sicurezza emotiva di chi gioca. Vediamoli meglio!

Giochi che ritornano: Bluebeard’s Bride, Nightwitches, Sexytime Adventures, Sagas of the Icelanders, Kagematsu, Cuori di Mostro II e Big Gay Orcs!

Direttamente dal primo Genderplay, tornano vecchie fiamme che ci hanno conquistati! Che si voglia piangere o ridere, tutti questi giochi sono da trattare con una certa cautela e necessiterebbero di una X-card al tavolo, oltre che della consapevolezza delle loro tematiche.

Giochi seri, di esplorazione dei ruoli di genere, del cambiamento e dell’abuso

Se volete impersonare un gruppo di donne che, in un Giappone medievale, devono sedurre un samurai per convincerlo a restare a proteggere il loro villaggio, Kagematsu farà al caso vostro, poiché esplora le limitazioni imposte dai ruoli di genere. Un’esperienza simile è data anche da Sagas of the Icelanders, GdR storico in cui si sperimenta la dura vita e i ferrei ruoli sociali degli Islandesi del VII secolo d.C.

Se invece volete prendere in mano la situazione e mettervi nei panni di un gruppo di aviatrici russe durante la Seconda Guerra Mondiale, in competizione sia con i nazisti, sia con i colleghi uomini degli altri reggimenti alleati, Nightwitches regala un’esperienza più adatta a voi.

Se invece si vuol scendere più nell’introspettivo, Bluebeard’s Bride affronta il tema dell’abuso coniugale, mettendovi nei panni delle mogli di Barbablù, costrette o a perdonare e giustificare le violenze del marito per sopravvivere, o a ribellarsi e a morire. Tematica pesantuccia, senz’ombra di dubbio. Ecco perché, se preferite un gioco psicologico ma con meno magone (forse), anche Cuori di Mostro II può essere una buona scelta: in questo caso interpreterete un gruppo di adolescenti e il loro difficile rapporto con i coetanei e con gli adulti, che li percepiscono come devianti e, dunque, come mostri, più o meno letteralmente.

Un Big Gay Orc a caso da Several gay monsters
Un Big Gay Orc a caso da Several gay monsters

Giochi caciaroni, per esplorare machismo tossico e stereotipi col sorriso!

Per chi, invece, vuole passare una serata più rilassata, c’è anche Big Gay Orcs, che esplora il machismo tossico e gli stereotipi che affrontano gli uomini: affronterete la vostra ultima battaglia essendo voi stessi, mostrando la vostra sensibilità, oppure continuerete ad fingere di essere Orchi MachoTM?

Se poi proprio volete ridervela e basta, segnatevi per SexyTime Adventures, in cui uno di voi interpreterà l’Eroe MachoTM e gli altri sperimenteranno le gioie di essere il Personaggio Femminile SexyTM, perennemente in pericolo o che potrà liberarsi solo grazie alle sue doti di seduttrice. E alla capacità di spezzarsi la spina dorsale per fare la posa tette+culo. Che dovrete fare voi, fisicamente, al tavolo da gioco.

Dream Askew: uno dei nuovi giochi del Genderplay II Edizione!
Dream Askew: uno dei nuovi giochi del Genderplay II Edizione!

I nuovi arrivi del Genderplay II Edizione: Dream Askew e Vasen Road!

Dream Askew, ideato da Avery Alder (già creatrice di Cuori di Mostro), esplora l’apocalisse dal punto di vista della comunità queer. In un mondo in cui la società di è sfaldata ad ondate, anche la comunità LGBTQIA+ è stata colpita. Ora, nel loro personale post-apocalisse viene formata una enclave queer per sopravvivere, trovare rifugio e forse iniziare a ricostruire. Più che mai la comunità LGBTQIA+ deve essere unita, poiché ognuno è responsabile per la sopravvivenza del gruppo!

Vasen Road, invece, è il primo LARP che si terrà al Genderplay! Si tratta di una storia di fantasmi realistica per quattro giocatori e un organizzatore. Si gioca coralmente scene individuali, i cui collegamenti sono decisi dai giocatori. I giocatori ricopriranno ruoli legati ad una famiglia nel quale i più orribili degli eventi sono accaduti, a partire dalla morte di una tredicenne, Zenia. Vasen Road è stato ispirato da orrori reali avvenuti in Tønder, Mou, Amstetten e altre località rurali dove indicibili atti sono commessi dietro le quinte, lontani dall’attenzione delle autorità.

Vasen Road: il primo LARP del Genderplay II Edizione!
Vasen Road: il primo LARP del Genderplay II Edizione!

Il programma del Genderplay II Edizione: date, orari e luoghi!

Il Genderplay II Edizione si terrà a Bologna, nella Casa delle Associazioni del Baraccano di via Santo Stefano 199/2, nella giornata di sabato 15 giugno 2019, dalle 18:00 a mezzanotte.

Dalle 18.00 alle 19.30 si terrà la tavola rotonda, in cui pubblico e relatori discuteranno sulla sicurezza emotiva al tavolo da gioco, portando le proprie esperienze e condividendo i rispettivi punti di vista.

Dalle 19.30 alle 20.00 ci sarà un aperitivo, perché non si gioca di ruolo senza qualcosa da sgranocchiare! L’aperitivo, che si terrà al bar del Baraccano, costerà 7€.

Dalle 20.00 alle 24.00 si gioca di ruolo ai titoli elencati prima, con i giocatori divisi in varie tavolate.

Per provare un GdR, bisogna prenotarsi, altrimenti non sappiamo quanti master chiamare e quanti tavoli portare! La prenotazione si fa scrivendo a che gioco si vuole giocare nella pagina Facebook del Genderplay II Edizione!

Per il resto, se volete solo venire a sentire la conferenza, l’ingresso è libero e gratuito. Anche per provare i giochi di ruolo non si paga nulla.

Vi aspettiamo numeros*!

Come arrivare al Genderplay II Edizione!
Come arrivare al Genderplay II Edizione!

Pin It on Pinterest

Share This