In questo articolo parleremo di Fate/Extella. Se non conoscete il Nasuverse o non avete familiarità con il titolo principale del franchise, Fate/Stay Night, vi consigliamo di recuperarli ai due link che trovate in questo paragrafo.

Un nuovo gioco

Anche se un primo tentativo altalenante, il duo Fate/Extra + Extra CCC sono stati in grado di affermare tanto la volontà quanto la capacità da parte di Kinoko Nasu di uscire dallo schema classico della Visual Novel in favore di una struttura ibrida a generi videoludici più tradizionali.

Con questo tipo di sviluppo in mente Type-Moon non è rimasta con le mani in mano e, appoggiandosi a Extra come il volto dei videogame legati a Fate, appena concluso lo sviluppo di CCC, si è dedicata ad una collaborazione con Marvelous, software house popolare per l’aver rilasciato l’allora neonata serie Senran Kagura.

Aiutato dallo scrittore Hikaru Sakurai, con Aruko Wada nuovamente al character design dei personaggi legati ad Extra, Nasu si adopera quindi alla scrittura di un nuovo scenario basato sulla Guerra del Santo Graal di Moon Cell, introducendo gli antefatti di questa nuova storia attraverso un breve racconto pubblicato sul suo blog, intitolato EXTELLA/zero.

Nel 2016, completato lo sviluppo in larga parte, arriva l’annuncio ufficiale attraverso il sito Project Cosmos: una nuova storia indipendente, che erediti lo scheletro di Extra senza però esserne un vero seguito e che non si appoggi a Fate/stay night.

Il risultato degli sforzi combinati delle compagnie coinvolte è Fate/Extella, sottotitolato The Umbral Star in occidente, rilasciato a fine 2016 in Giappone e localizzato da Xseed Games nel corso del 2017 per PlayStation Vita, PlayStation 4, Nintendo Switch e Steam.

Risultati immagini per Fate Extella

La Storia

Fate/Extella è ambientato dopo una versione alternativa degli eventi di Fate/Extra: i vincitori della Guerra del Santo Graal di Moon Cell sono Hakuno Kishinami, protagonista del titolo originale, e Saber, che attraverso la vittoria del conflitto ha acquisito la massima autorità del sistema SE.RA,PH. ottenendone il dispositivo di controllo.

Per qualche ragione, tuttavia, questo importante controllo ed Hakuno vengono frammentati ed ogni pezzo finisce nelle mani di un Servant differente, mentre la Terra e Moon Cell vengono minacciati dall’avvento di Velber, una pericolosissima minaccia aliena che attraversa la Via Lattea ogni 14.000 anni distruggendo e divorando ogni forma di vita senziente, un evento che nel precedente attacco, condotto dall’entità che rimarrà ricordata attraverso le pitture rupestri del Tassili come il dio di Sefar, era stato fermato grazie alla creazione di Excalibur.

Sarà compito di ogni frammento di Hakuno, in collegamento con i diversi Servant, riuscire a superare il conflitto tra le varie fazioni e confrontare la minaccia di Velber, supportata dalle macchinazioni di Archimede.

Risultati immagini per Fate Extella

Fate Warriors

Fate/Extella è un gioco d’azione in singolo in cui il giocatore potrà scegliere uno dei 16 Servant giocabili, suddivisi in diverse fazioni, e condurlo in diverse battaglie contro un ampio numero di nemici generati da Moon Cell, acquisendo il controllo della struttura conquistando i settori per la rispettiva fazione di appartenenza.

Questo sistema di conquista aggiunge una componente strategica al gioco, poiché i nemici cercheranno di riconquistare le zone in mano alla propria fazione, costringendo il giocatore a gestire i propri territori nel modo più efficiente possibile per non perdere la partita senza permettergli di fare affidamento sulla sola forza bruta dei propri Servant per raggiungere la vittoria.

La struttura di gioco è simile a quella dei titoli noti come Musou, coinvolgendo attacchi leggeri e pesanti, personaggi dalle caratteristiche variabili e dotati di un attacco speciale devastante in grado di eliminare centinaia di nemici in un solo colpo.

In quanto gioco ibrido tra azione e Visual Novel, le fasi di combattimento sono alternate da sezioni in cui Hakuno può comunicare con i propri Servant e scoprire di più sulla loro storia, il loro ruolo e, in generale, degli eventi che stanno accadendo all’interno della narrazione.

Attraverso queste interazioni Hakuno può incrementare il suo legame con i Servant ottenendo diversi potenziamenti da equipaggiare per schierare i Servant in battaglia.

Questo tipo di progressione può avvenire anche durante i combattimenti portando a termine le missioni secondarie assegnate dai Servant, generate casualmente e legate all’utilizzo di specifiche abilità in battaglia o l’uso di oggetti.

Risultati immagini per Fate Extella

Cronache del passato

La narrazione di Extella è un approfondimento piuttosto consistente del mondo creato da Nasuverse, specialmente grazie alle conversazioni con i Servant che, in base al loro ruolo nella storia umana, forniscono importanti informazioni sul passato della Terra e dei loro atti eroici.

Anche il ruolo centrale di Velber fa da importante pezzo di storia per la trama generale dell’universo narrativo, portando alla luce diverse risposte in merito ad alcuni particolari quali l’origine di Excalibur e l’antichità dell’umanità prima che la presenza del divino e della magia nella sua forma più antica scomparissero dalla vita quotidiana del genere umano.

I diversi archi narrativi, che hanno luogo in linee temporali differenti ma collegate tra loro, fluiscono in un punto di congiunzione in maniera coerente e che riesce a mettere ordine ad una storia a primo impatto caotica, sconnessa, e che si limita a fare da pretesto alle battaglie, riproponendo quelle caratteristiche tipiche delle narrazioni di Nasu sia nelle spiegazioni dettagliate sia nei misteri dietro allo scenario apparentemente lineare che viene proposto.

Fate/Extella

Un seguito sottotono

Lo stesso non si può dire per Fate/Extella Link, sequel di Extella rilasciato nel 2018 in Giappone e nel 2019 in occidente: il titolo costruisce infatti uno scenario che conferma gli eventi del vero finale di Extella, ma in una linea temporale in cui gli eventi che hanno portato allo svolgimento della narrazione precedente non hanno avuto luogo, sostituendo l’antagonista della storia con un nuovo Servant che costringerà le fazioni al conflitto diretto.

Fate/Extella Link, d’altra parte, propone diversi miglioramenti di gameplay: innanzitutto il gioco può vantare ben 10 Servant nuovi da selezionare oltre ai 16 già giocati in Extella, una varietà di missioni secondarie più ampia ed un sistema di combattimento più maneggevole.
Ci sono inoltre nuove funzionalità nella forma di abilità speciali individuali e basate sulla Classe del Servant, una base operativa esplorabile che fa da hub per conversare con i Servant, una nuova modalità di gioco e una modalità multiplayer in cui otto giocatori, suddivisi in due squadre, possono affrontarsi in una gara di conquista a zone .

Non è chiaro se la storia di Extella ha in programma un seguito da parte di Nasu, quindi per il momento l’avventura su console casalinga di Fate e, in generale, l’Extraverse hanno termine con queste vicende.

Ciò però non ha però fermato il franchise di Fate che, nel frattempo, ha prodotto nuove storie sia su carta che su mobile né ha arrestato l’ampliamento del Nasuverse.

Pin It on Pinterest

Share This