Avete già letto l’introduzione e le analisi di Guilty Gear, Super Smash e Tekken? Allora è il momento di parlare di Dragon Ball e Street Fight!

Dragon Ball FighterZ

Dragon Ball FighterZ
Dragon Ball FighterZ

Nel suo debutto all’EVO Dragon Ball FighterZ ha raggiunto il notevole risultato di primato per numero di partecipanti, ben 2530, avvicinandosi vertiginosamente ai numeri di Super Smash Bros. For Wii U nel 2016 e, per la prima volta nei 22 anni di storia dell’EVO, sorpassando Street Fighter.

In questa top 8 si sono trovati diversi giocatori già conosciuti sia nello scenario competitivo di Dragon Ball FighterZ che in altri picchiaduro: Kazunoko, assente dalla top 8 di Guilty Gear in cui è finito al nono posto con il suo Raven, kubo, KnowKami, moke, Supernoon, GO1, già vincitore di diversi tornei, Fenritti e SonicFox, già noto per aver vinto competizioni in altri picchiaduro benché considerato dai più vincitore solo in giochi poco frequentati.

E proprio per questa ragione nessuna competizione poteva essere migliore per SonicFox per dimostrare il suo valore anche in giochi dalla competizione più accesa: già in precedenza sconfitto dal team di GO1, composto da Cell, Bardock e Vegeta Super Saiyan, SonicFox ha dimostrato un asso nella manica nel suo team poco convenzionale formato da Bardock, Zamasu e Androide n°16, riuscendo a sconfiggere l’avversario e a dimostrare alla comunità picchiaduro di essere in grado di vincere anche nel torneo più frequentato della più grande competizione dell’anno.

Il team Cell/Bardock/Vegeta conquista anche il terzo posto sul podio del torneo sotto le abili mani di Fenritti, seguito dal team Kid Buu/Cell/Trunks di moke.
Sotto al quarto posto iniziano a figurare personaggi meno utilizzati, come il team Androide 21/Cell/Goku Black di KnowKami, il Kid Buu/A. Gohan/Yamcha di Kazunoko, kubo ed il suo A. Gohan/Androide 16/Goku Super Saiyan e, all’ultimo posto della top 8, Supernoon con un team più ortodosso composto da Kid Buu, Cell e Vegeta Super Saiyan.

Street Fighter V

Street Fighter V
Street Fighter V

A chiudere la serata finale dell’EVO 2018, ovviamente, non poteva che esserci Street Fighter, presente sin dalla prima edizione, qui rappresentato da Street Fighter V Arcade Edition,  mostruosamente calato dal 2016 ad oggi, con i suoi 2421 partecipanti rispetto ai 5102 di due edizioni fa.
Nella top 8 di questo torneo non poteva mancare uno di quelli che in Giappone sono noti come “I 5 Dei del picchiaduro”, il campione in carica Tokido, con il suo celebre Akuma a precederlo in fama, trovatosi a confrontarsi con Problem-X, Fuudo, gachikun, Luffy, Caba, THE COOL KID93 e Fujimura.

E proprio in linea con il suo titolo Tokido finisce in finale, benché sconfitto dal britannico Problem-X ed il suo M. Bison in un notevole e ferocemente combattuto match.

Fuudo e la sua R. Mika conquistano il terzo posto con successo, seguiti dal Rashid di gachikun, l’Ibuki di Fujimura, la R. Mika di Luffy, il Guile di Caba e l’Abigail di THE COOL KID93.

Altri Eventi

Campioni delle varie top 8 fanno presenza anche nelle top 8 di altri titoli, come Fenritti e Kazunoko che, utilizzando rispettivamente il team Jin/Hyde e Ruby/Gordeau, raggiungono il quinto e sesto posto del torneo di Blazblue Cross Tag Battle vinto dal team Ruby/Gordeau di heiho, così come SonicFox conquista il terzo posto di Injustice 2.

Molte polemiche invece si sono accese attorno al torneo di Super Smash Bros. For Wii U, colpevole la dominante presenza di Bayonetta tra i partecipanti a causa della sua posizione di forza rispetto agli altri personaggi del cast di gioco. La fattucchiera cacciatrice di angeli, infatti, è stata così predominante in questo torneo da essere l’unica protagonista della finale, utilizzata sia da Lima che da CaptainZack, protagonisti di uno stallo di quasi 2 minuti che hanno richiesto l’intervento forzato di un arbitro per far procedere la partita.

Questo evento ha scatenato diverse controversie, prima fra tutti il forte disappunto vocale da parte del pubblico ogni volta che un giocatore sembrava voler utilizzare Bayonetta e, soprattutto, una forte richiesta di ribilanciamento e di revisione del personaggio nel futuro Super Smash Ultimate.

Pin It on Pinterest

Share This