Parliamo di Eternal War- Gli Eserciti dei Santi, il romanzo fantasy di Livio Gambarini ed edito da Acheron Book nel 2016 e che, in questi giorni di Lucca Comics and Games, vede l’uscita del suo ultimo capitolo.

Perché a distanza di tre anni vogliamo parlare di questo libro? Nell’ultimo periodo nel nostro paese, e non solo, abbiamo assistito a nuove stampe, o riedizioni se vogliamo, di diversi libri usciti molti anni or sono, sia fantasy e anche non propriamente di questo genere.

Oltre ad una rinascita, il fantasy ha anche cercato di utilizzare le nostre radici, tanto osannate da una determinata parte politica, per costruire un genere più vicino al nostro.

In nostro aiuto ci è venuta in soccorso una casa editrice in particolare, Acheron Books. Questa realtà ha deciso di pubblicare opere riconducibili all’ambito fantasy, ma di matrice italiana, e non basterebbe un articolo solo per elencare tutti i titoli usciti fino ad oggi.

Ma siamo qua per parlare di Eternal War – Gli Eserciti dei Santi.

Eternal War – Gli Eserciti dei Santi. Una analisi.

Montaperti in Eternal War - Gli Eserciti dei Santi

Attento fiorentino, Montaperti ci avrà un fratellino.

Scritta impressa sul cartellone autostradale di uscita per Siena, Toscana

Mi sembrava doveroso cominciare in questa maniera. Da Toscano e Fiorentino mi trovo spesso schiacciato dagli “odi” regionali. Non ve li sto ad elencare tutti, ma sappiate che sono tanti!

Perché ci odiamo e ci sbeffeggiamo ancora? Più che altro penso sia per goliardia e per “ruzzare”.
Ma Livio Gambarini ci ha perfettamente inquadrati. Il suo primo libro ci scaraventa direttamente nell’azione, nel bel mezzo della battaglia di Montaperti, durante gli scontri tra Guelfi e Ghibellini, in cui le forze fiorentine ebbero la peggio e vennero sconfitte.

Nel libro la battaglia è ben descritta, ma da un altro punto di vista: il punto di vista di uno dei due personaggi principali. Non so se a distanza di anni valga ancora lo spoiler, visto quanto poco si legge in Italia, quindi eviterò di darvi troppe informazioni.

L’autore costruisce due mondi paralleli che si intersecano e si modificano l’un l’altro, un mondo di uomini e un mondo di “santi” che, tramite gli atti dei propri protetti, cercano di accrescere il loro ruolo politico e “sociale” e a scalare le gerarchie e i ranghi di questo mondo.

La storia dei personaggi e dei loro compagni è molto gradevole e lascia il lettore incollato alle pagine e, anche se non spiega subito tutto quello che c’è da sapere, via via che la narrazione si dipana, il lettore riesce a percepire sempre di più i due mondi e come questi siano legati a doppio filo.

Una narrazione epica, che ci presenta personaggi, che storicamente già conosciamo, ma che, grazie ai loro patroni, ci sembrano ancora di più quelle figure mitiche che il tempo ha scolpito nelle nostre radici storico-culturali.

Conclusioni

Eternal War – Gli Eserciti dei Santi” è un libro molto particolare, sia per la sua costruzione, che per la sua realizzazione.
Difficilmente un lettore, non avvezzo al fantasy italiano, potrà dimenticare questo libro, perché grazie alle sue idee, molto simili a quelle dei fantasy classici, ci può sembrare di essere stati catapultati in un universo alternativo dove anche noi italiani siamo capaci di scrivere un fantasy moderno e interessante.

Vogliamo ricordare che questo libro è parte di una trilogia che ha trovato il suo completamento solo quest’anno, a Lucca, con la pubblicazione dell’ultimo atto di questa storia molto “italian epic“. Potete trovare il seguente libro sia in formato digitale che cartaceo a questi indirizzi.

Saremo felici di sapere cosa ne pensate, sia del lavoro di Livio Gambarini, che di quanto Acheron Books stia facendo per noi giovani lettori, sempre così avidi di nuove opere, anche a noi più vicine.

Pin It on Pinterest

Share This