Detective Pikachu è un film del 2019, diretto da Rob Letterman, e prima opera del franchise ad essere realizzata in tecnica mista. Questa collaborazione nipponica-statunitense ha portato sugli schermi una piccola perla per appassionati grandi e piccini. Nella produzione sono state coinvolte Legendary Pictures, The Pokemon Company, Toho e Warner Bros.

Trama

La trama segue per buona parte quella dell’omonimo gioco per Nintendo 3DS, che ha introdotto personaggi e la stessa di Ryme City. Il film si apre con la fuga di Mewtwo (proprio QUEL Mewtwo) da un laboratorio di ricerca. Il detective Harry Goodman viene ucciso dal clone di Mew che poi svanisce dalla circolazione. Tim Goodman, figlio di Harry e protagonista della pellicola, arriva in città per gestire l’eredità del padre. Sarà l’incontro con il detective Pikachu a cambiare le carte in tavola, specialmente visto che Tim sembra in grado di comprendere il Pokemon e di farsi capire a sua volta. Il duo appena formato decide di indagare sulla morte di Harry e di scoprire di più sulla sua misteriosa presenza al laboratorio.

Risultati immagini per detective pikachu ryme city

Riferimenti e citazioni

Ci troviamo nello stesso mondo Pokemon dei film e della serie animata, con alcune chicche extra per i più attenti. In primis, più volte viene ripreso il tema della sigla americana (e del primo film del franchise per gli italiani). È possibile notare diversi marchi famosi del mondo Pokemon e la scritta OAK fuori dall’appartamento di Harry. Nello spot degli allenatori e della Lega è possibile vedere un cresciuto Red che si accinge ad affrontare l’ennesimo incontro di lotta. All’inizio vediamo degli Squirtle lavorare con i vigili del fuoco. Molto bella anche la citazione a jigglypuff, intento a lanciare occhiatacce e a cantare esattamente come nella serie. A tutto questo si aggiunge il fatto che Mewtwo sia proprio quello del primo film d’animazione, con tutta la consapevolezza accumulata grazie ad Ash e Pikachu.

Regia e aspetto tecnico

Nonostante Rob Letterman non abbia alle spalle tanti film, il successo dell’opera era praticamente assicurato. La produzione e il team creativo hanno portato su schermo una storia dalle tinte neon noir a tema Pokemon, con un risultato strabiliante. Molto buona la CGI, molto positivo il mondo creato (una nuova città mai comparsa nei giochi o nella serie). Si sono poste buone basi di Worldbuilding per creare una piccola saga cinematografica, complice una delle versioni di Pikachu più amate di sempre e la presenza di Ryan Reinolds come doppiatore.

detective pikachu

Piccole lacune narrative

Nonostante siano particolarmente apprezzabili i riferimenti alle descrizioni del Pokedex (la coda di Charizard è un ottimo esempio di questa attenzione), alcuni aspetti della trama, costruiti più che altro per creare spettacolo, non si adattano particolarmente bene al mondo Pokemon. Alcuni scontri, specialmente quello finale, semplicemente non sono credibili (anche perché si tiene conto del Power Level dei film, non dei videogiochi).

Un film di cui si attende il seguito

Un sequel è stato annunciato prima del rilascio internazionale. Dopo aver visto un film così bello ed emozionante, siamo ansiosi di scoprire di più di questo nuovo universo cinematografico Pokemon. I presupposti ci sono e, magari, nel tempo arriveranno molte altre chicche. Chissà, magari nel prossimo film potrebbero far comparire Lugia.

Pin It on Pinterest

Share This